#Iosonocaregiver: consegnate in Regione le firme per la proposta di legge popolare

#Iosonocaregiver: consegnate in Regione le firme per la proposta di legge popolare

Welfare

18/11/2020



La campagna chiede riconoscimento e interventi per le persone che prestano assistenza a un familiare non autosufficiente

#Iosonocaregiver, la raccolta firme per la proposta di legge popolare di riconoscimento e sostegno dei caregiver, si è conclusa con successo.
Ieri, martedì 17 novembre, sono state consegnate agli uffici del consiglio regionale della Lombardia più di 5000 firme. La campagna era iniziata a novembre 2019 e aveva l'obiettivo di raggiungere e superare quota 5000: traguardo raggiunto, nonostante le difficoltà emerse, a partire da febbraio 2020, con la pandemia.

Sindacato dei pensionati Cisl Lombardia è fra gli enti promotori insieme a un'ampia coalizione di enti del Terzo settore e delle istituzioni sul territorio: Acli Lombardia APS, Forum del Terzo Settore Lombardia, Arci Lombardia, Ancescao Lombardia, Spi Cgil Lombardia, Auser Lombardia, Anteas Lombardia, Uilp Lombardia, Ada Lombardia, Uneba, Anci Lombardia.

#Iosonocaregiver: quanto vale il lavoro di cura della famiglia

Solo in Lombardia i caregiver, le persone che si occupano di un parente non autosufficiente, sono 450 mila. Sono un piccolo esercito silenzioso di giovani, adulti e persone in età matura che, accanto alle attività di assistenza, conducono la loro vita quotidiana di lavoro, gestione della famiglia, scuola.
Un'indagine realizzata dai promotori della campagna ha rilevato che i caregiver sono spesso isolati, senza un adeguato sostegno da parte delle istituzioni, sovraccaricati da stress fisico e psicologico. La pandemia ha reso ancora più evidente il tema del lavoro di cura e, del resto, con l'invecchiamento progressivo della popolazione i caregiver sono comunque destinati a crescere.

La campagna #Iosonocaregiver mira a un riconoscimento legislativo, a livello regionale, della figura del caregiver e chiede adeguate politiche e servizi territoriali di informazione, formazione, orientamento a favore delle famiglie. Le firme consegnate ieri saranno sottoposte a verifica da parte degli uffici regionali competenti.