Piero Ragazzini: Tridico faccia chiarezza sulle pensioni da giugno in poi

Piero Ragazzini: Tridico faccia chiarezza sulle pensioni da giugno in poi

Previdenza

25/03/2020



Il segretario generale di Fnp Cisl nazionale interviene dopo che il presidente dell’Inps ha detto che potrebbero esserci problemi sulle mensilità, visto il mancato pagamento dei contributi

Piero Ragazzini, segretario generale del sindacato dei pensionati Cisl, commenta le ultime dichiarazioni di Pasquale Tridico sulle pensioni. Dice Ragazzini

Le dichiarazioni del presidente dell'Inps creano solo allarmismo e ansia. È per questo che gli chiediamo di fare immediatamente chiarezza al fine di ristabilire la tranquillità senza creare disagi ulteriori ai danni dei nostri pensionati".

"Non è accettabile che il presidente dell'Istituto di previdenza sociale faccia dichiarazioni del genere in un momento così critico e drammatico per il nostro Paese, facendo intravedere l'ipotesi della impossibilità di erogare le pensioni da maggio in poi a causa del mancato pagamento dei contributi per l'emergenza Coronavirus. Chiediamo quindi al presidente Tridico di fare chiarezza evitando di creare apprensioni e allarmismi inutili che in questo momento risultano deleteri e pericolosi."

Pasquale Tridico era intervenuto ieri sera, il 24 marzo, alla trasmissione diMartedì. Tridico  aveva risposto alla domanda del giornalista Giovanni Floris sull'eventualità che non rimangano fondi per pagare le prossime pensioni.
L'intervento di Tridico è stato riportato da IlSole24ore:

“Abbiamo i soldi per pagare le pensioni fino al momento in cui è stato sospeso il pagamento dei contributi. Quindi fino a maggio non c'è problema di liquidità anche perché possiamo accedere ad un “tesoretto” che è il Fondo di Tesoreria dello Stato. Dopo di che immagino che in aprile ci sarà un altro decreto che dovrà anche dire cosa succederà alla sospensione dei contributi”.