Dal ministero della Salute della Corea del Sud all’Istituto Golgi Redaelli

Notizie

02/12/2019



Il 13 novembre, una delegazione di funzionari coreani ha visitato l’istituto geriatrico. Presenti Enzo Lucchini, Emilio Didonè, Remo Guerrini, medici, esperti del sindacato

Dal ministero della Salute della Corea del Sud all'Istituto Golgi Redaelli di Milano. Alcune settimane fa, il 13 novembre, 25 delegati del ministero della Salute della Corea del Sud hanno visitato l'istituto geriatrico di via Bartolomeo d'Alviano. Per i funzionari coreani, si trattava della tappa italiana di un viaggio itinerante, nell'ambito di uno studio dei diversi sistemi di welfare nei paesi europei.

All'incontro erano presenti, per l'istituto, Enzo Lucchini, direttore generale e Stefano Fabbrini, dirigente medico dell'area Riabilitazione. Per Fnp Cisl Lombardia ha partecipato Emilio Didonè, segretario generale ed era presente anche Remo Guerrini, responsabile Cisl Inas Lombardia, insieme ad altri responsabili del sindacato sui territori di Abbiategrasso e Vimodrone, dove l'istituto geriatrico ha due sedi.

I delegati hanno potuto visitare i reparti e si sono poi confrontati con gli esperti italiani sulle modalità di degenza e di cura degli anziani.
L'incontro è stato uno scambio culturale che ha permesso di approfondire le differenze nel sistema di welfare della Corea del Sud e dell'Italia.

La partecipazione del sindacato, chiesta espressamente dalla direzione generale dell'istituto, ha dato il via a un dibattito che ha dato modo a tutti di riflettere sui vantaggi, ancora presenti, del welfare italiano, sui punti di merito degli istituti geriatrici e sulle prospettive future.