I sindacati dei pensionati chiedono una legge sulla non autosufficienza

Notizie

14/05/2019



A Roma il 1 giugno Spi Fnp e Uilp manifestano, tra l’altro, per la tutela delle fasce più deboli, gli anziani che hanno bisogno di cure continue.

 

Anziani disabili e malati gravi. Bisognosi di cure e assistenze continue, in ospedale o a casa. La questione degli anziani non autosufficienti è una vera emergenza nazionale. Anche per questo i sindacati dei pensionati manifesteranno il 1 giugno a Roma: per una legge sulla non autosufficienza, per avere più risorse e servizi sanitari migliori.

Il tema della non autosufficienza è tra quelli più sentiti tra le rivendicazioni di Spi Fnp e Uilp. La manifestazione sarà in piazza San Giovanni, nella capitale, tra poco meno di tre settimane e ha già ricevuto un numero altissimo di adesioni.

Disabili e malati gravi. Gli anziani oggi

Secondo uno studio annunciato nel 2018 da Cergas Sda Bocconi, gli anziani non autosufficienti in Italia sarebbero quasi tre milioni di persone, per la precisione 2.847.814.
Una proiezione, annunciata dall'Osservatorio nazionale sulla salute nelle regioni italiane, presso l'Università Cattolica, stima che in nove anni questo numero potrebbe raddoppiare, arrivando a 6,3 milioni di anziani non autosufficienti nel 2028.
A questa tendenza non fa seguito una risposta adeguata di strutture sanitarie preparate alla lungo degenza di malati gravi. Le Rsa non sono abbastanza e la loro disposizione sul territorio nazionale è eterogenea.

Gli Osservatori Rsa nelle province lombarde, a cura di Fnp Cisl Lombardia, confermano che lo stato dei servizi non è aggiornato, i posti letto non aumentano, a fronte di una richiesta più alta, mentre anche sulle tariffe c'è una forte disparità sui territori.

Non autosufficienza: che cosa chiedono i sindacati

Nell'ambito della manifestazione del 1 giugno, i sindacati unitari chiedono una maggiore attenzione del governo verso i bisogni di anziani disabili e malati gravi. La soluzione non può essere affidata solo alle famiglie delle persone non autosufficienti: mogli e mariti anziani essi stessi, sovraccarichi di un peso psicologico ed economico. La soluzione neppure può essere, in casi di anziani con malattie gravissime, il ricorso a badanti e cure domiciliari senza assistenza.

Fnp Cisl Lombardia, chiede, insieme a Spi e Uilp, una legge sulla non autosufficienza, più risorse, una definizione dei livelli essenziali di servizio uniformi sul territorio nazionale.

#Dateciretta: guarda il video sulle rivendicazioni dei sindacati dei pensionati sulla non autosufficienza.