Fondo non autosufficienza 2019 Lombardia

Fondo non autosufficienza 2019 Lombardia

Notizie

13/03/2019



Confermati gli interventi che aiutano le famiglie di disabili, anziani e non, al loro domicilio. Due formule di contributo, per patologie gravi e gravissime

 

Per fondo non autosufficienza 2019 Lombardia intendiamo gli interventi di assistenza che aiutano i disabili gravi, di tutte le età, a vivere a casa. Sono anziani non autosufficienti, ma anche adulti e minori, con patologie gravi e gravissime.

Regione Lombardia ha confermato il programma delle azioni per agevolare le cure domiciliari e supportare il carico delle famiglie.

La somma stanziata è di 83,5 milioni di euro: 70,9 vengono dal Fondo nazionale per la non-autosufficienza, 12,6 milioni dalle risorse di bilancio di Regione Lombardia.

Di seguito diamo alcune indicazioni di base: nel pdf allegato e presso le sedi territoriali avrete risposte dettagliate.

Pai: Progetto personalizzato di assistenza

La valutazione della persona con disabilità gravissima, in ogni suo aspetto, di salute, di contesto familiare e di vita, servirà a definire il Pai, Progetto personalizzato di assistenza. Gli operatori delle ASST ( ex-Aziende Ospedaliere) e dei comuni eseguono la valutazione e definiscono il Progetto Individuale. Il progetto viene condiviso con il disabile e la famiglia; vengono stabiliti interventi e risorse per realizzarlo.

Il fondo non autosufficienza 2019 in Lombardia prevede due tipologie di interventi:

  • misura B1, per disabili gravissimi
  • misura B2, per disabili gravi.

Tra le novità del 2019 per le persone disabili gravissime, segnaliamo il Voucher per prestazioni di assistenza tutelare. Destinatari sono malati che hanno bisogno di ventilazione meccanica o alimentazione parenterale, tramite catetere venoso centrale. Leggi i dettagli nel pdf.

Nel complesso, gli importi previsti nella misura B1 variano da caso a caso, ma possono arrivare fino a un massimo di 1100 euro al mese.

Per la misura B2, destinata ai disabili gravi, il buono sociale mensile può arrivare fino a 800 euro.

Fondo non autosufficienza 2019 Lombardia: il parere dei sindacati

Le Organizzazioni sindacali confederali unitariamente hanno chiesto un maggiore impegno finanziario di Regione Lombardia, ma anche criteri di accesso e adeguatezza delle prestazioni erogate, per compensare il carico assistenziale garantito dalla famiglia tramite un suo componente o un assistente/badante regolarmente assunto.
In particolare, CISL e FNP, federazione nazionale pensionati, hanno chiesto precise garanzie per assicurare nel corso dell'anno il completo soddisfacimento delle domande che saranno presentate; nessun disabile e nessuna famiglia deve essere lasciata sola.

Come ricevere i buoni o i voucher 

Per sapere se hai diritto alle misure del fondo non autosufficienza 2019, leggi le condizioni spiegate nel pdf e chiedi informazioni presso le nostre sedi

Allegati