Vi ricordiamo che....

Vi ricordiamo che....

Notizie

03/12/2018



Le scadenze di Dicembre per i pensionati e non...

1 - 3 DICEMBRE

Pagamento sulle pensioni della tredicesima mensilità, dell'importo aggiuntivo
Con la rata di pensione di dicembre -  fissata a sabato 1 per le Poste Italiane S.p.A. o a lunedì 3 dicembre per gli Istituti di Credito-  viene messa in pagamento anche la tredicesima mensilità. 
Inoltre, per i titolari di pensione, il cui importo complessivo non superi il trattamento minimo Inps (pari a 6.596,46 euro annui per il 2018) e i cui redditi soddisfino le condizioni previste, è corrisposto l'importo aggiuntivo di 154,94 euro.
Per ulteriori informazioni in merito ai requisiti per ottenere tale beneficio, i pensionati interessati potranno rivolgersi al nostro Patronato INAS-CISL.

Corresponsione Quattordicesima mensilità (o Somma aggiuntiva)
Con la rata di pensione di dicembre – fissata a sabato 1 per le Poste Italiane S.p.A. o a lunedì 3 dicembre per gli Istituti di Credito – è corrisposta d'ufficio la quattordicesima mensilità (o somma aggiuntiva) a favore di coloro che perfezionano il requisito anagrafico dei 64 anni di età dal 1° agosto al 31 dicembre 2018 e dei soggetti divenuti titolari di pensione nel corso del 2018. Restano ferme le ulteriori condizioni richieste per gli aventi diritto al beneficio, vale a dire, un'anzianità contributiva minima di 15 anni e un reddito complessivo individuale fino a € 9.894,70 (entro il quale la somma aggiuntiva è riconosciuta nella misura di € 437,00, € 546,00 ed € 655,00 in base agli anni di contributi versati)  o un reddito complessivo individuale fino a € 13.192,93 (entro il quale è corrisposta nella misura di € 336,00, € 420,00 e € 504,00 sempre in base ai contributi versati).
Chi non dovesse ricevere la quattordicesima mensilità, pur ritenendo di averne diritto, può presentare domanda di ricostituzione tramite il nostro Patronato INAS-CISL.

Contratti di locazione -Imposta di registro
Il 3 dicembre è il termine ultimo per i titolari di contratti di locazione e affitto per l'imposta di registro relativa a contratti nuovi o rinnovati tacitamente con decorrenza dal 1° novembre. Tale scadenza non riguarda i contratti di locazione abitativa per i quali si è scelto la "cedolare secca".

 

7 DICEMBRE

Rottamazione cartelle di pagamento
Ultimo giorno per i contribuenti che hanno aderito alla “rottamazione-bis" ma che non sono riusciti a saldare le rate in scadenza nei mesi di luglio, settembre e ottobre 2018 e intendono regolarizzare aderendo alla definizione agevolata prevista dal Dl. n. 119/2018 ("rottamazione-ter"), attraverso il pagamento delle somme scadute al fine di rientrare automaticamente nella nuova definizione agevolata dei carichi tributari.

Definizione liti pendenti
Termine ultimo per i contribuenti che intendono avvalersi della "definizione agevolata delle controversie tributarie" (art. 6, Dl. n. 119/2018) relative a somme iscritte a ruolo, oggetto di "rottamazione-bis",  per il pagamento degli importi scaduti nei mesi di luglio, settembre e ottobre 2018.

 

17 DICEMBRE

L'IMU 2018 è l'imposta municipale unica il cui presupposto di applicazione è il possesso dell'immobile. Si paga sulla seconda casa e immobili commerciali, terreni e negozi, mentre non si applica sulle abitazioni principali e relative pertinenze, ad eccezione delle prime case se accatastate come A/1, A/8 e A/9, che fruiscono dell'aliquota ridotta e della detrazione di 200 euro.

La TASI 2018 è invece l'imposta che copre i costi per i servizi comunali rivolti alla collettività, come la manutenzione delle strade, giardini e illuminazione. Per gli immobili affittati con specifico contratto di locazione registrato a norma di legge, la Tasi non è più dovuta dal locatario, ossia, ma diventa a carico del proprietario. Stessa esenzione, anche per gli immobili dati in comodato d'uso ai parenti di primo grado con ISEE inferiore a 15.000 euro.

Scadenze
Il prospetto delle scadenze è il seguente:

  • Primo acconto o rata unica TASI e IMU: al 18 giugno 2018
  • Secondo acconto e conguaglio TASI e IMU al 17 dicembre 2018.

Il contribuente che decide di pagare la tassa in due rate, dovrà versare con l'acconto di giugno, il 50% del tributo dovuto, con il saldo di dicembre, invece, il restante 50% con l'eventuale conguaglio sulle aliquote 2017 fissate dal comune.

 

21 DICEMBRE

Pagamento della tredicesima alle Colf
In base all'attuale contratto collettivo di lavoro il pagamento va fatto “in occasione del Natale e comunque entro il mese di dicembre” e dunque nel periodo che intercorre tra il 13/14 e il 20/21 dicembre. Va pagata nella misura massima – pari ad una mensilità di salario - per le lavoratrici in servizio dall'1 gennaio al 31 dicembre dell'anno e, invece, in misura ridotta per le lavoratrici che hanno iniziato il rapporto di lavoro nel corso dell'anno, oppure hanno risolto il rapporto di lavoro prima della fine d'anno. In questi due ultimi casi la tredicesima va pagata in tanti dodicesimi dell'importo globale per quanti sono stati i mesi di lavoro; le frazioni di mese pari o superiori a 15 giorni valgono come mese intero.

 

 

31 DICEMBRE

Termine ultimo per il versamento dei contributi volontari
Termine ultimo per il versamento dei contributi volontari relativo al terzo trimestre luglio-settembre 2018. Il pagamento dei contributi può avvenire in 3 modi diversi: 1) utilizzando il bollettino Mav (pagamento mediante avviso); 2) on line, sul sito internet www.inps.it; 3) telefonando al numero verde gratuito 803.164, utilizzando la carta di credito. In alternativa, è possibile versare i contributi presso le tabaccherie che espongono il logo “Servizi Inps”, aderenti al circuito “Reti Amiche” tramite Lottomatica, fornendo il proprio codice fiscale e il codice autorizzazione/prosecutore.

Chiusura libretti di risparmio al portatore
Ultimo giorno per l'estinzione dei libretti di risparmio al portatore in base a quanto previsto dal Dlgs n. 231/2007, così come modificato dal Dlgs n. 90/2017 (art.3, c. 12), in attuazione della direttiva (UE) 2015/849 relativa alla prevenzione dell'uso del sistema finanziario a scopo di riciclaggio dei proventi di attività criminose e di finanziamento del terrorismo.

Imposta di registro - Contratti di locazione
Termine ultimo per i titolari di contratti di locazione e affitto per versare l'imposta di registro relativa a contratti nuovi o rinnovati tacitamente con decorrenza dal 1° dicembre. Tale  scadenza non riguarda i contratti di locazione abitativa per i quali si è scelto la "cedolare secca".

Eredi - Presentazione dichiarazione dei redditi
Ultimo giorno per gli  eredi delle persone decedute tra l'1° marzo e il 30 giugno 2018 per la presentazione, in formato cartaceo, della dichiarazione dei redditi per conto del de cuius e della scheda contenente la scelta per la destinazione dell'otto, del cinque e del due per mille dell'Irpef.

Eredi - Versamenti imposte
Termine ultimo per gli eredi delle persone decedute successivamente al 28 febbraio 2018 che presentano le dichiarazioni per conto del de cuius devono provvedere al versamento delle imposte risultanti dalla dichiarazione dei redditi, senza alcuna maggiorazione.

Ravvedimento - Versamenti da dichiarazioni
Ultimo giorno per i contribuenti tenuti a effettuare i versamenti risultanti dalle dichiarazioni dei redditi annuali delle persone fisiche, delle società di persone e degli enti ad essi equiparati e dell'Irap (modelli 730/2018, Redditi Persone fisiche 2018, Redditi SP 2018 e Irap 2018), per regolarizzare, mediante ravvedimento, il versamento della seconda o unica rata  di acconto  Irpef e Irap relativo all'anno 2018, non effettuato o effettuato in misura insufficiente entro il 30 novembre 2018, con la maggiorazione degli interessi legali e della sanzione ridotta a un decimo del minimo.

Ravvedimento - Cedolare secca
Termine ultimo per i locatori, persone fisiche, proprietari o titolari di diritti reali di godimento di unità immobiliari abitative locate, che hanno scelto il regime della cedolare secca, per  regolarizzare, mediante ravvedimento, il versamento della seconda o unica rata dell'imposta sostitutiva dovuta a titolo di acconto per l'anno 2018, non effettuata o effettuata in misura insufficiente entro il 30 novembre 2018, con la maggiorazione degli interessi legali e della sanzione ridotta a un decimo del minimo.