Pnrr: si comincia a parlare di non autosufficienza. Un passo avanti 

Pnrr: si comincia a parlare di non autosufficienza. Un passo avanti 

Welfare

29/04/2021



Le segreterie regionali dei sindacati dei pensionati italiani: le misure del piano possono gettare le basi per definire una legge quadro 

Il Pnnr, Piano nazionale di ripresa e resilienza, ricorda in più punti l’esigenza di lavorare per occuparsi della condizione di non autosufficienza delle persone anziane. Le segreterie regionali dei sindacati dei pensionati italiani Spi-Cgil, Fnp-Cisl, Uilp-Uil, rispettivamente Ivan Pedretti, Piero Ragazzini e Carmelo Barbagallo, mostrano, in una nota stampa, ottimismo per la possibilità che, dagli interventi del piano, emergano azioni a vantaggio delle persone più anziane, dei malati gravi e di coloro che hanno bisogno di cure continue. 

Dicono i sindacati: 

“In diversi punti del Piano nazionale di ripresa e resilienza ritroviamo l’esigenza di occuparsi della condizione di non autosufficienza delle persone anziane, in particolare attraverso il rafforzamento dei servizi sociosanitari territoriali e dell’assistenza domiciliare, lo sviluppo di nuove tecnologie come la telemedicina e la riforma delle Rsa". 


Pnrr: la posizione dei sindacati

Nel Pnrr si comincia ad affrontare il grande tema della non autosufficienza degli anziani. Le misure contenute nel documento possono gettare, infatti, le basi per la definizione di una legge nazionale che fissi i livelli essenziali delle prestazioni e assicuri servizi e sostegni adeguati e uniformi su tutto il territorio nazionale.
I sindacati dei pensionati da tempo chiedono che la non autosufficienza sia oggetto di un intervento omogeneo e centrale sul territorio nazionale, per mezzo di una legge quadro. Osservano che bisognerà valutare nel dettaglio come questi primi elementi contenuti nel Pnrr si svilupperanno. 

“L’obiettivo, che condividiamo nel profondo, è quello di evitare l’ospedalizzazione degli anziani, di individuare la casa come il primo luogo della cura e di favorire il più possibile la loro autonomia e indipendenza”.

Spi-Cgil, Fnp-Cisl, Uilp-Uil chiedono al Governo di aprire subito un confronto con i sindacati confederali e dei pensionati su questi temi. 

In foto, un momento del dialogo di Cgil Cisl e Uil con il Governo per il Pnnr nei giorni scorsi