Otto modi di andare in pensione nel 2021. La guida Inas Cisl in un video

Previdenza

15/01/2021



Pensione di vecchiaia, pensione anticipata, Quota 100, Ape sociale, Opzione donna, anticipo precoci, pensione di vecchia per lavori gravosi, lavori usuranti

Ci sono otto modi di andare in pensione nel 2021. Inas Cisl ha sintetizzato le soluzioni oggi possibili per ritirarsi dal lavoro secondo la normativa, in un breve video che enuclea i requisiti principali per ciascuna formula.
Le casistiche da ricordare sono differenti in base a età, agli anni di contributi, alla storia professionale di ciascun lavoratore e qualche volta anche in base alla mansione esercitata.

Nel 2021, la pensione di vecchiaia si ottiene a 67 anni di età e 20 di contributi. Nulla è cambiato, quindi, rispetto alle regole del 2020, per chi vuole andare in pensione seguendo un percorso standard.

Chi volesse ritirarsi prima o secondo altre formule può scegliere, ancora e soltanto per quest'ultimo anno, Quota 100. Quota 100, infatti, si concluderà nel 2021 come previsto. Si va in pensione con Quota 100 avendo raggiunto i 62 anni e i 38 di contributi.

Come andare in pensione in anticipo

La pensione anticipata è possibile per le lavoratrici che hanno 41 anni e 10 mesi di contributi e per i lavoratori che hanno 42 anni e 10 mesi di contributi.

La legge di bilancio 2021 ha prorogato la validità dell'Ape sociale: possono chiederla i cittadini con 63 anni di età.
Queste categorie professionali devono avere, inoltre, 30 anni di contributi per avere l'Ape sociale: 

  1. disoccupati
  2. lavoratori che assistono, da almeno sei mesi, un familiare disabile grave
  3. invalidi almeno al 74 per cento.

Per i lavoratori che, da almeno 6 degli ultimi 7 anni di lavoro, svolgono una professione rischiosa e difficoltosa, il requisito per l'Ape sociale è di 36 anni di contributi.

I lavoratori precoci, che hanno svolto almeno 1 anno di lavoro prima dei 19 anni e hanno 41 anni di contributi, possono chiedere la pensione in anticipo.

Tra le proroghe previste per andare in pensione nel 2021 figura Opzione Donna: per le lavoratrici dipendenti, scatta a 58 anni e 35 di contributi. Le lavoratrici autonome devono avere 59 anni.

C'è da ricordare che l'ammontare della pensione cambia in misura dell'opzione scelta e del caso individuale.

Inas Cisl invita a prendere un appuntamento presso uno sportello fisico o a chiamare il numero 800 249307 per maggiori informazioni.